Farina di grano duro Senator Cappelli

Categoria: Pani, farine e prodotti da forno

Prodotto: Farina di grano duro Senator Cappelli

Produttore: Mulino Val d'Orcia

La farina di grano duro Senator Cappelli deriva dalla macinazione a pietra di un grano antico che ha mantenuto inalterate nel tempo le sue caratteristiche.

Zona di produzione

Abruzzo

Basilicata

Marche

Molise

Toscana

Il grano Senator Cappelli è coltivato da  aziende agricole esclusivamente secondo il metodo biologico o biodinamico, in zone collinari e incontaminate del centro-sud Italia.

Descrizione

Questa farina di grano duro  è prodotta dalla macinazione a pietra della cultivar di grano duro Senator Cappelli, che è uno dei pochi grani rimasti antichi e cioè originali nella sua natura e struttura genetica. Si contraddistingue per il profumo intenso, il sapore deciso e per le spighe alte più di un metro e ottanta che terminano con inconfondibili baffi neri. Particolarmente resistente ai climi secchi, il Senator Cappelli è considerato il re dei grani duri italiani, contiene percentuali più elevate, rispetto ai grani moderni, di proteine, aminoacidi, vitamine e minerali, con il vantaggio di essere molto digeribile in quanto povero di glutine. Non avendo subito alterazioni dovute alle moderne tecniche di manipolazione genetica, il sapore, gli aromi ed i contenuti nutrizionali di questo prezioso grano si sono preservati inalterati nel tempo.

La farina di grano duro è più fine rispetto alla semola, ed è impalpabile, non granulare, cioè si presenta al tatto come una farina di grano tenero raffinata, solo che invece di essere di colore bianco o grigio chiarissimo è ambra o oro-giallognola.

Metodo di produzione

Il grano duro Senator Cappelli è utilizzato esclusivamente in agricoltura Biologica e Biodinamica, perché essendo rimasto strutturalmente originale, si presenta più forte e resistente e non necessita di trattamenti chimici come pesticidi, diserbanti e concimi vari. Come tutti i grani antichi è meno produttivo e scomodo in fase di raccolta per la sua altezza che mal si presta alla lavorazione intensiva.

La farina di grano duro Senator Cappelli viene prodotta con la macinazione a pietra, metodologia antica che permette di macinare l’intero chicco del grano con una bassa velocità di lavorazione. Questa modalità evita il surriscaldamento delle macine e quindi delle farine lasciando inalterate le proprietà organolettiche del cereale.  La farina di grano duro Cappelli non è altro che la semola dello stesso cereale macinata in pietra in un doppio passaggio e quindi più fine.

Proprietà

La farina di grano duro Senator Cappelli è prodotta da un grano antico coltivato nel Sud-Italia, ricco di proprietà nutritive non avendo mai subito modifiche genetiche e molecolari; con indice di glutine non elevato, quindi più facilmente digeribile ed eventualmente inseribile nel regime alimentare degli individui che soffrono di Gluten sensitivity, ma non nella dieta degli individui affetti da morbo celiaco. Il grano, in questo caso, è macinato a pietra e questo serve a mantenere la parte più nobile del germe così che la farina risulti ricca in lipidi, amminoacidi, vitamine e minerali benefici per la salute umana.

 

Conservazione

La farina di grano duro Senator Cappelli va  conservata in luogo fresco e asciutto, lontano da luce e fonti di calore. Una volta aperta, la confezione va richiusa con cura.  Ha una durata di 6 mesi.

Storia

La varietà Senator Cappelli nel passato è stato il grano duro più diffuso ed utilizzato, prima dell'avvento delle varietà moderne più produttive.

Intorno agli anni '30 Nazzareno Strampelli, uno dei più grandi genetisti agrari italiani, definì questa cultivar di grano duro la “razza eletta”, dato che risultava essere  più produttiva, ricca e saporita rispetto a tutti gli altri tipi di grani duri da lui selezionati. Chiamò questa varietà  Senator Cappelli, in onore del senatore abruzzese Raffaele Cappelli,  sostenitore delle sue ricerche e promotore di una riforma agraria che distingueva i grani duri dai grani teneri. La farina ottenuta da questo grano è di qualità eccellente e fino agli anni '50 ha avuto enorme successo nonostante fosse una varietà tardiva e di facile allettamento. Dal dopoguerra, però, la varietà Cappelli, è stata lentamente abbandonata a favore di colture massificate, a maggiore contenuto di glutine e di più facile coltivazione. Oggi il Cappelli è un grano duro ancora coltivato nel meridione e centro d'Italia e negli ultimi anni sta avendo un rinnovato successo grazie alla sua fama di grano ottimo per la preparazione di lievitati, pasta fresca e dolci ai quali conferisce un sapore unico e genuino.

Ingredienti

Grano duro biologico Senator Cappelli