IGT Colli Aprutini

Categoria: Vino

Prodotto: IGT Colli Aprutini

Produttore: Azienda Agricola Biagi

L’Indicazione Geografica Tipica “Colli Aprutini” comprende diverse tipologie di vino, (bianco, rosso e rosato) prodotte in diversi territori della provincia di Teramo.

Zona di produzione

Abruzzo

La zona di produzione dei vini a denominazione IGT Colli Aprutini comprende diversi comuni della provincia di Teramo.

Descrizione

BIANCO

È un vino dal colore giallo paglierino, con note olfattive intense e fruttate. Il gusto è sapido e secco, con una sua tipicità, la gradazione alcolica minima è di 10% vol.

 

ROSSO 

Dal colore rosso rubino, questo vino si esprime al naso con note fruttate e complesse. Le sensazione in bocca sono tipiche ed armoniche, la gradazione alcolica minima è di 10,5% vol.

 

ROSATO 

Di un rosa più o meno carico, il rosato IGT Colli Aprutini è un vino con profumo intenso e persistente. Il gusto è tipico, caratteristico e secco, la gradazione alcolica minima è di 10,5% vol.

 

BIANCO PASSITO

Il colore di questo vino è giallo tendente all’ambra con l’invecchiamento, il profumo è intenso e fruttato, il sapore è caratteristico, secco e sapido. La gradazione alcolica minima è di 16% vol.

 

ROSSO PASSITO

Questo vino si presenta di colore rosso più o meno carico, con sensazioni olfattive caratteristiche ed intense. Al naso presenta note dolci, armoniche e vellutate. La gradazione alcolica minima è di 16% vol.

 

ROSSO NOVELLO

È un vino dal colore rosso rubino con riflessi violacei, al naso si esprime con un buon fruttato, mentre in bocca evidenzia note fresche, armoniche e vellutate. La gradazione alcolica minima è di 11% vol.

 

ROSATO NOVELLO

Il colore è rosa più o meno carico, il profumo è fruttato. Il gusto si caratterizza per note fresche, armoniche e vellutate. La gradazione alcolica minima è di 11% vol.

Metodo di produzione

Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati alla produzione dei vini IGT “Colli Aprutini” devono essere quelle normali della zona, atte a conferire alle uve e ai vini che ne derivano le specifiche caratteristiche di qualità.  Le operazioni di vinificazione devono essere effettuate all’interno del territorio amministrativo della regione Abruzzo.

I principali vitigni autoctoni abruzzesi utilizzati per la produzione dell’IGT Colli Aprutini sono: Montonico, Cococciola, Malvasia, Passerina e Pecorino.

Utilizzo in cucina / Abbinamento

I bianchi sono ottimi come aperitivo e si abbinano a pesci al cartoccio, zuppe vegetariane, vellutate e formaggi. La temperatura di servizio ottimale è di 10-12 gradi.

I rossi sono perfetti a tutto pasto, ideali con piatti importanti, dal gusto deciso, come carni e arrosti. La temperatura di servizio ottimale è di 16-18 gradi.

I rosati sono ideali per accompagnare secondi piatti a base di carne, salumi, formaggi mediamente stagionati, arrosto di pesce. Temperatura di servizio ottimale: 12-14 gradi.

Conservazione

Per una corretta conservazione, è buona norma riporre i vini “IGT Colli Aprutini” in un luogo ben areato, non umido e dalla temperatura costante, compresa tra i 10-15°. Le bottiglie vanno conservate al riparo dalla luce, in posizione orizzontale, per permettere al vino di rimanere a contatto con il tappo, mantenendolo umido ed elastico. Vanno posizionate su scaffalature di legno o di altro materiale resistente alle vibrazioni.

Storia

La prima documentazione storica che testimonia la  produzione di vino in Abruzzo, in particolare nell’area Aprutina, risale alle famose gesta di Annibale (216 a.C.) ed alla sua vittoria di Canne, come ricorda Polibio, storico greco vissuto tra il 205 ed il 123 a.C. Il territorio a cui fa riferimento lo storico greco era proprio quello relativo all’area Piceno-Aprutina, nella provincia di Teramo che, già da quei tempi, era rinomata per l’eccellenza dei suoi vini.

Certificazioni


IGT