Lantesca

Categoria: Olio extravergine d'oliva

Prodotto: Lantesca

Produttore:

L’extravergine ottenuto da questa varietà si caratterizza per un fruttato leggero con note di pinoli e carciofi, il gusto è armonico ed equilibrato, con retrogusto di mandorla.

Zona di produzione

Liguria

La coltivazione della cultivar Lantesca è diffusa in alcuni comuni della provincia di La Spezia.

Descrizione

Il frutto della Lantesca è di medie dimensioni, ovoidale e asimmetrico.

L’olio extravergine si presenta di colore giallo con riflessi verdolini, il fruttato è leggero con note di pinoli, carciofi, mandorle e mela. Il gusto è armonico con sensazioni di amaro/piccante in equilibrio, retrogusto di mandorla e piccante in chiusura.

Utilizzo in cucina / Abbinamento

L’extravergine ottenuto da questa cultivar viene utilizzato per tutte le ricette tipiche della tradizione ligure a anche di altre regioni.

Conservazione

L’olio extravergine di Lantesca va conservato in luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce e da fonti di calore, la temperatura di conservazione ottimale è tra i 12 e i 18 gradi. La cantina è il posto ideale per conservare l’olio extravergine, che va consumato entro 12 mesi dalla data di imbottigliamento.

La degradazione dei polifenoli e dei principali componenti dell’olio extravergine di qualità è proporzionale al tempo di contatto con agenti esterni, quali luce e calore, che ne deteriorano le strutture.

Storia

Molte piante un tempo innestate con varietà Razzola, dopo la gelata del 1985, sono state innestate come Lantesca. L’area storica di produzione include i comuni di Castelnuovo Magra, Fosdinovo, Ortonovo, in provincia di La Spezia.