Miele di eucalipto

Categoria: Confetture, miele e gelatine

Prodotto: Miele di eucalipto

Produttore: Azienda Apistica Correnti

Il miele di eucalipto ha un profumo forte e caratteristico, un gusto aromatico e maltato ed è molto apprezzato per le sue proprietà balsamiche.

Zona di produzione

Lazio

Sardegna

Sicilia

La produzione di miele di eucalipto riguarda soprattutto le regioni dell’Italia centro-meridionale, dove per ragioni climatiche questa pianta prospera. Al nord, la produzione di questo miele non è molto elevata.

Descrizione

Ottenuto dal nettare che le api raccolgono dai fiori di eucalipto, questo miele è molto apprezzato per le sue proprietà balsamiche, ottime per le vie respiratorie. Ha un livello di umidità basso e per questo cristallizza con facilità, risultando piuttosto denso.

E’ di colore ambrato e  tende a schiarirsi verso il bianco avorio quando cristallizzato. Il profumo è legnoso intenso, molto caratteristico e pungente, il sapore è maltato ed aromatico.

Metodo di produzione

Il processo inizia con il prelievo del melario e l'estrazione dei telai in legno pieni di miele. La prima fase di lavorazione è la disopercolatura ossia l'eliminazione, tramite delle spatole, dei tappi di cera che le api mettono sopra le celle piene di miele.

Successivamente, i telai vengono inseriti, in posizione verticale, dentro smielatori centrifughi, che consentono di estrarre il miele per forza centrifuga. Il miele estratto viene sottoposto a filtrazione o decantazione per eliminare eventuali impurità. Infine il miele purificato viene invasettato ed è pronto per il consumo.

Proprietà

Ottenuto dal nettare che le api raccolgono dai fiori della pianta di eucalipto, questo tipo di miele si caratterizza per l’aroma forte, intenso e particolarmente balsamico. Come tutti gli altri tipi di miele, rappresenta un alimento completo che fornisce molta energia: 100 grammi di prodotto apportano tanta energia quanta ne forniscono 4 uova o 250 grammi di carne, ossia circa 304 kcal.

Dal punto di vista nutrizionale il miele è composto per il 75-80% da zuccheri, principalmente glucosio (con una percentuale media del 30%) e fruttosio (con una percentuale del 40%), i quali contribuiscono a caratterizzare le proprietà fisiche del miele quali la viscosità, l’igroscopicità, lo stato fisico (liquido o cristallino), il valore energetico e il potere dolcificante.

Il contenuto di acqua è compreso tra il 16,6% e il 18,5% ed è direttamente interconnesso alla sua conservabilità. Una piccola parte, inferiore al 5%, è costituita da acidi organici, sali minerali (principalmente potassio) e sostanze azotate organiche. Scarsa la quantità delle vitamine (A, C, D ed E) presenti, nell’ordine dei mg/kg di prodotto.

Spesso citato nella tradizione popolare per le proprietà terapeutiche per le vie respiratorie, i suoi benefici riconosciuti sono dovuti soprattutto alla presenza di flavonoidi speciali.

 

Utilizzo in cucina / Abbinamento

Oltre ad essere ottimo per dolcificare ed aromatizzare tè, tisane e yogurt naturale, il miele di eucalipto si abbina con gusto a formaggi magri o molto stagionati ed è un ingrediente apprezzato in salse per piatti salati.

Conservazione

Il miele non ha scadenza, ma è preferibile consumarlo entro due anni per valorizzarne la freschezza e le proprietà. Va conservato ben chiuso in luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce.

Storia

La pianta di eucalipto è originaria dell’Australia, fu trapiantata all’inizio del secolo in Sardegna e nelle zone dell’Italia centrale, soprattutto in Lazio, per bonificare le zone paludose.

Apprezzata per il  profumo balsamico emanato dalle sue foglie, divenne presto una pianta molto in voga per impreziosire i giardini delle dimore patrizie.