Moscufo

Categoria: Olio extravergine d'oliva

Prodotto: Moscufo

Produttore:

L’olio extravergine ottenuto dalla varietà abruzzese Moscufo è un fruttato medio, dal sentore di mandorla verde, con note gustative equilibrate di piccante e amaro.

Zona di produzione

Abruzzo

La Moscufo è una delle cultivar più diffuse in Abruzzo, ha origini dall’omonimo paese in provincia di Pescara.  

Descrizione

Il frutto  è di dimensioni medie con forma ellittica, leggermente asimmetrico. La maturazione è precoce ed abbastanza compatta. la resa in olio è elevata.

L’olio extravergine ottenuto da questa cultivar è verde con riflessi dorati, dal fruttato medio, con evidente sentore di mandorla verde. Il gusto si caratterizza per le note armoniose di piccante e amaro.

La varietà Moscufo contribuisce alla produzione dell’olio extravergine di oliva Aprutino Pescarese DOP, per circa il 20%, come stabilito dal disciplinare di produzione.

Utilizzo in cucina / Abbinamento

L’olio extravergine di Moscufo è ottimo per valorizzare i piatti della tradizione abruzzese. E’ perfetto con bruschette, insalate, carni rosse e zuppe di legumi.

Conservazione

L’olio extravergine d’oliva va conservato in luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce e da fonti di calore, la temperatura di conservazione ottimale è tra i 12 e i 18 gradi. La cantina è il posto ideale per conservare l’olio extravergine, che va consumato entro 12 mesi dalla data di imbottigliamento.

La degradazione dei polifenoli e dei principali componenti dell’olio extravergine di qualità è proporzionale al tempo di contatto con agenti esterni, quali luce e calore, che ne deteriorano le strutture.

Storia

Nel territorio di Moscufo sono presenti straordinari uliveti e  numerosi frantoi, che formano con i comuni di Pianella e Loreto Aprutino il cosiddetto "triangolo d'oro dell'olio". Quest'area ha caratteristiche geomorfologiche e microclimatiche che consentono la produzione di olio extravergine “Aprutino Pescarese” dalle eccellenti qualità chimiche e organolettiche, che, primo in Italia, ha ricevuto il riconoscimento DOP nel 1996.