Nettare di mirtillo

Categoria: Frutta, verdura e legumi

Prodotto: Nettare di mirtillo

Produttore: Druantia

Il nettare di mirtillo è un succo ottenuto dalla spremitura a freddo dei mirtilli freschi, il cui consumo è in costante aumento per le proprietà benefiche che lo contraddistinguono.

Zona di produzione

Emilia Romagna

Lombardia

Marche

Piemonte

Trentino Alto Adige

Veneto

Il mirtillo cresce in zone montane o submontane; in Italia lo troviamo nei boschi di Alpi ed Appennini, sino al Centro.

Descrizione

Il mirtillo è un piccolo arbusto spontaneo di circa 30-60 cm di altezza, con foglie verdi e caduche;  produce delle bacche sferiche con diametro di 6-10 mm, di colorazione bluastra. Le bacche hanno un contenuto succoso, con un gradevolissimo sapore dolciastro, sono aromatiche e rinfrescanti. Fra i “piccoli frutti” il mirtillo è sicuramente quello più importante per le sue  proprietà salutistiche: vitamine, carotenoidi, tannini, pectine sono alcune delle sostanze contenute nei frutti. Il mirtillo ha potere antiossidante, apporta benefici al sistema circolatorio e alla salute degli occhi.

E’ un frutto facilmente conservabile e versatile; si consuma fresco, in macedonia, in pasticceria, come marmellata o nettare. Il nettare di mirtillo, oltre ad essere rinfrescante e dissetante, è consumato sempre di più le sue proprietà benefiche.

Metodo di produzione

La coltivazione del mirtillo è ottimale in zone pedemontane non superiori agli 800 metri di altitudine. Il periodo di maturazione varia con le altitudini e l’esposizione; è comunque compreso tra la fine di luglio e settembre.

Nella preparazione artigianale del nettare di mirtillo, i frutti vengono spremuti a freddo e la purea ottenuta viene imbottigliata e pastorizzata. Questo procedimento, senza l’ aggiunta di addensanti  né coloranti, permette di mantenere inalterate le proprietà organolettiche del mirtillo e le sue caratteristiche salutistiche.

Proprietà

Il nettare di mirtillo rappresenta una tipologia di “frutta da bere”, ottenuta dal succo del frutto, presente almeno al 50%, succo di limone e acqua. Il mirtillo è un frutto dalle piccole dimensioni e dal ridotto apporto calorico, sia esso che i prodotti che ne derivano possono quindi essere inseriti in regimi alimentari atti alla perdita o al mantenimento del peso corporeo.

Ricco dei minerali potassio, calcio e fosforo, utili per la salute delle nostre cellule, il suo estratto è particolarmente apprezzato per il contenuto in flavonoidi e tra essi prevalgono le antocianine, polifenoli cui sono attribuiti molteplici effetti benefici sulla salute dell’uomo. Queste sostanze biologicamente attive, infatti, proteggono il DNA da eventuali danni causati dai radicali liberi e implicati nella cancerogenesi; riducono i livelli di ossidazione delle LDL (processo che favorisce l’insorgenza e la progressione dell’aterosclerosi); favoriscono una riduzione della pressione arteriosa; riducono il rischio di malattia cardiovascolare; sembrano contribuire al mantenimento delle funzioni cerebrali, migliorando il declino cognitivo legato all’avanzare dell’età. Il succo di mirtilli si è anche rivelato utile nel contrastare alcune infezioni batteriche delle vie urinarie. Si tratta pertanto di un ottimo prodotto per la colazione o le merende di grandi e piccini.

Conservazione

Dopo l’apertura, va conservato in frigorifero. Scadenza a 2 anni dalla data di produzione, a confezione integra.

Storia

Già noto all’uomo fin dai tempi preistorici, il mirtillo è un arbusto spontaneo delle regioni settentrionali d’Europa e dell’America del Nord.

I mirtilli appartengono alla famiglia delle ericacee e costituiscono il genere Vaccinium, che comprende circa 400 specie.  Quello tipico europeo, che cresce spontaneo, è il Vaccinium Myrtillus. Le varietà coltivate, dette anche mirtillo americano o gigante, derivano dal Vaccinium Corymbosum, un arbusto selezionato nel XX secolo in America nella regione dei grandi laghi.

Un tempo si ricorreva ai mirtilli per ricavare una tintura blu per tessuti.

Ingredienti

Mirtilli, acqua, succo di limone.